Home > Documenti > Comunicato CPU sull’operato della CRUI

Comunicato CPU sull’operato della CRUI


APPELLO AL MONDO UNIVERSITARIO

La sostanziale inerzia della Conferenza dei Rettori (CRUI) in questo biennio di tagli e la sua incapacità di farsi interprete del malessere e del dissenso del mondo accademico di fronte alla cosiddetta “riforma dell’università” dimostrano in maniera incontrovertibile come questa associazione non sia ormai più in grado di svolgere in maniera credibile le funzioni previste dal suo stesso statuto (rappresentare le università italiane e valorizzarne l’autonomia, proporre a Governo e Parlamento pareri tecnici sul sistema universitario, sostenere iniziative volte a migliorare il sistema di ricerca ed alta formazione, elevare la funzionalità, la qualità e il prestigio del sistema universitario italiano).

Le recenti prese di distanza di alcuni rettori dalle posizioni ufficiali della CRUI, dopo mesi di sbandierato unanimismo, mostrano tutti i limiti di un organismo arcaico, incapace di sviluppare un dibattito e darsi meccanismi di funzionamento realmente democratici.

Di fronte all’evidenza che la CRUI oggi non serve davvero più a nulla e a nessuno, ci chiediamo e chiediamo all’intero corpo accademico che senso abbia tenere in vita strutture costosissime come la CRUI e la fondazione CRUI, cui le università italiane, colpite da tagli pesantissimi, versano ogni anno quote associative che non hanno conosciuto alcuna crisi economica. Mentre si tagliano servizi e personale e gli investimenti in ricerca sono costantemente ridimensionati, il finanziamento di questa “associazione di università” è un lusso che il nostro sistema accademico davvero non può più permettersi.

Il legittimo diritto dei rettori a darsi proprie forme di rappresentanza può benissimo essere svolto da una nuova associazione di rettori, e non di università, che come ogni associazione di categoria si finanzi con i contributi personali degli iscritti.

Per queste ragioni inviamo un appello ai rettori, ai senati accademici, ai consigli di amministrazione di tutte le università pubbliche italiane affinché deliberino la fuoriuscita dei propri atenei dalla CRUI e investano le risorse risparmiate in servizi di maggiore utilità per il sistema universitario e per l’intero paese.

Annunci
Categorie:Documenti
  1. Valentina
    29 ottobre 2010 alle 18:05

    Proprio oggi Luigi Nervo ha pubblicato un articolo, in cui si parla anche del ruolo della CRUI, intitolato: “Bruno Maida: La cultura non è un prodotto. Serve un segnale forte”, qui
    http://www.nuovasocieta.it/interviste/8983-bruno-maida-qla-cultura-non-e-un-prodotto-serve-un-segnale-forteq.html

    L’articolo apre così: “Tagli sull’università per un’istruzione considerata in rosso, senza profitti. A farne le spese sono studenti, insegnati e ricercatori. La Conferenza dei Rettori ha apertamente osteggiato le mobilitazioni che si sono svolte in tutta Italia. Il Prorettore torinese Sergio Roda, pur sostenendo i manifestanti, non ha però scelto una posizione netta contro la Crui. Ne abbiamo parlato con il professor Bruno Maida, docente di Storia Contemporanea presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino.” …

  2. Filippo Zerilli
    30 ottobre 2010 alle 07:24

    Bravi! Appello largamente condivisibile! Credo sia importante farlo circolare e che molti universitari (precari e non) lo firmerebbero convintamente. Dove aderire con la propria firma? Grazie.

  3. 4 novembre 2010 alle 13:27

    Ma chi deve rappresentare le Università, ad esempio nei rapporti politici ufficiali, costruendo politicamente una posizione unitaria di tutto il sistema?
    Ad esempio anche per dare i pareri sul decreto di ripartizione dell’FFO, vds. ad es. quest’analisi
    http://cronaca.anvur.it/2010/11/si-apprezza-una-buona-istruzione.html

  1. 10 novembre 2010 alle 21:59

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: