Home > Leggi > TESTO UFFICIALE DELLA RISPOSTA ALL’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE E COMMENTO

TESTO UFFICIALE DELLA RISPOSTA ALL’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE E COMMENTO


Ieri abbiamo anticipato i punti salienti della risposta all’interrogazione parlamentare, mentre oggi è disponibile il testo ufficiale.

“Come riferito dall’onorevole Interrogante, si ricorda preliminarmente che l’articolo 22 della legge 30 dicembre 2010, n. 240, reca disposizioni in materia di «Assegni di ricerca» e che, pertanto, a decorrere dalla data di entrata in vigore della citata legge, è abrogata la previgente normativa in materia (articolo 51, comma 6, legge 27 dicembre 1997, n. 449).

Per ciò che riguarda tutti gli assegni banditi prima dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni normative dovrà essere applicata la normativa precedente. Stesso discorso vale per i rinnovi di assegni previsti da bandi contrattualizzati ai sensi delle previdenti disposizioni.

Si comunica, infine, che il 9 marzo il Ministro Gelmini ha firmato il decreto ministeriale relativo alla definizione dell’importo minimo degli assegni di ricerca e che lo stesso è stato trasmesso il 10 marzo, per il tramite dell’Ufficio Centrale del Bilancio, alla Corte dei Conti per la prevista registrazione.”

La replica dell’On. Ghizzoni:

“Manuela GHIZZONI (PD), replicando, si dichiara parzialmente soddisfatta della risposta del rappresentante del Governo, che conferma l’interpretazione normativa prospettata nella sua interrogazione. Sottolinea, infatti, che le università che non hanno rinnovato ai sensi della legge del 30 dicembre 2010, n. 240 gli «assegni di ricerca», in realtà dovevano procedere applicando la previgente normativa in materia e, nello specifico, l’articolo 51, comma 6, della legge 27 dicembre 1997, n. 449. Rileva inoltre che la risposta precisa che lo scorso 9 marzo è stato emanato il decreto del ministro Gelmini relativo alla definizione dell’importo minimo concernente i nuovi assegni di ricerca, evidenziando come di tale iniziativa non si era avuta ancora notizia. Conclude, invitando il sottosegretario a farsi parte diligente con gli uffici del ministero affinché trasmettano il testo della risposta al suo atto di sindacato ispettivo, o una circolare conforme ad essa, a tutti gli Atenei, al fine di sospendere le procedure di blocco erroneamente poste in atto.”

Annunci
  1. serena
    21 marzo 2011 alle 07:48

    scusate se continuo a fare domande sull’ultimo punto ma veramente non mi è chiaro! Il “decreto ministeriale relativo alla definizione dell’importo minimo degli assegni di ricerca” del 10 marzo riguarda i nuovi assegni, si tratta dunque del decreto attuativo che si attendeva per far partire i bandi secondo la nuova normativa? e, se così è, risolve del tutto la questione dei decreti attuativi sugli assegni o se ne attendono altri per far partire i bandi? Grazie sin d’ora per la risposta

  2. Luca Schiaffino
    21 marzo 2011 alle 10:01

    Non serviranno altri decreti attuativi, ma solo i regolamenti d’ateneo, che, almeno in qualche caso, sono già stati approvati.

  3. Paolo
    21 marzo 2011 alle 15:24

    L’interrogazione ha avuto il merito di chiarire la questione di quale disciplina applicare ai vecchi contratti per gli assegni di ricerca: riguardo invece i contratti di ricercatore a tempo determinato? Si pone un problema analogo poichè la 240/2010 (Gelmini) abroga la parte della 230/2005 (Moratti) che disciplinava il reclutamento dei ricercatori a tempo determinato. I contratti di ricercatore a tempo determinato stipulati ai sensi della Moratti sono rinnovabili? Avendo letto la risposta del governo sugli assegni di ricerca la risposta dovrebbe essere sì ma intanto le università hanno bloccato i rinnovi…

  4. 31 marzo 2011 alle 13:53

    Anche secondo me la risposta dovrebbe essere si, perché se, come per gli assegni, vale la vecchia normativa, questa prevedeva comunque la possibilità di rinnovo fino a 6 anni, anche se non era specificato nel bando.

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: