Archivio

Archive for maggio 2011

Il Coordinamento Precari Università, Rete 29 Aprile e CoNPass votano 4 volte SI al Referendum del 12-13 Giugno!

17 maggio 2011 Lascia un commento

Il Coordinamento Precari Università (CPU), il Coordinamento Nazionale dei Professori Associati (CoNPass) e la Rete 29 Aprile si aggiungono alle diverse voci che in questi giorni hanno sottolineato con forza l’importanza del Referendum del 12 e 13 giugno, in quanto momento oggi imprescindibile, nei metodi e nei contenuti, per il futuro del nostro paese oltre che strumento fondativo della democrazia. Leggi tutto…

Categorie:Comunicati

Seconda Assemblea Nazionale CPU – Documento finale

12 maggio 2011 Lascia un commento

Seconda Assemblea Nazionale CPU

Documento finale

Contro la ristrutturazione dell’università pubblica e i licenziamenti di massa dei precari.

Il tempo di agire è adesso

A più di tre mesi dalla sua entrata in vigore, la legge Gelmini si conferma come quel micidiale strumento di ristrutturazione gerarchica e di riduzione del sistema universitario pubblico che, insieme al movimento degli studenti e dei ricercatori, abbiamo a lungo denunciato. La nuova legge, invece di risolvere i problemi della mancanza di democrazia negli atenei, della precarietà diffusa e della dequalificazione progressiva della didattica e della ricerca, sta aggravando ulteriormente le criticità del sistema portandolo al collasso. Leggi tutto…

Categorie:Comunicati, Documenti, Leggi

Interrogazione parlamentare: è possibile bandire i RTDa su fondi esterni?


E’ stata presentata una nuova interrogazione parlamentare su un aspetto “oscuro” della riforma Gelmini.

I nuovi contratti da RTDa (la prima parte della cosiddetta tenure trash) possono essere banditi su fondi esterni?

A giudicare dall’incipit dell’articolo 24 della legge Gelmini (Nell’ambito delle risorse disponibili per la programmazione … le università possono stipulare contratti di lavoro subordinato a tempo determinato…) parrebbe di no e l’articolo 18, comma 3, della stessa legge, che dovrebbe disciplinare i posti banditi su convenzioni con soggetti esterni, contiene un palese errore materiale. Ma le bozze di regolamento dei RTD di diversi atenei prevedono invece tale possibilità.

Un nuovo motivo di caos post “riforma”? Attendiamo la prevedibilmente elusiva e tardiva risposta del MIUR…

Ecco il link all’interrogazione:

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_16/showXhtml.Asp?idAtto=38744&stile=6&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IN+COMMISSIONE%27

Categorie:Antenne Precarie, Leggi

Adesione del CPU allo sciopero generale del 6 maggio


Dal 2010 al 2012 i tagli al finanziamento ordinario dell’università saranno di circa 900 milioni di euro e l’investimento nel diritto allo studio è già stato praticamente azzerato. Con l’università si fa cassa, e non c’è da attendersi nulla di buono dalla manovra economica che, con la solita disinvoltura da bassa politica, sarà varata subito dopo le elezioni amministrative con un previsto impegno di fondi e risorse in settori diversi dall’università e dalla ricerca, a partire dalle spese militari.

Tutto questo avviene mentre il numero degli iscritti alle università cala drammaticamente e l’intero sistema del 3 più 2 si dimostra sempre meno in grado di fornire un’istruzione non diciamo di elevata qualità, ma nemmeno spendibile sul mercato del lavoro. Leggi tutto…

L’Università della Calabria continua a bandire secondo norme abrogate

3 maggio 2011 1 commento

Il 20 e il 22 aprile scorsi sono usciti due nuovi bandi “per il conferimento di incarichi di insegnamento mediante Affidamento/Contratto di diritto privato a tempo determinato” presso l’Università della Calabria:

http://www.unical.it/portale/portalmedia/bandi/2011-04/RU_FAC.SMFN-Bando.Aff.Contr.scad.02.05.2011.pdf

http://www.unical.it/portale/portalmedia/bandi/2011-04/RU_Fac.Ing.BandoAff.Contr.scad.%2004.05.2011.pdf Leggi tutto…

Categorie:Antenne Precarie, Leggi

5 su 45


Questa è la straordinaria performance realizzata nei primi tre mesi dal solerte ministro Gelmini per quanto riguarda l’emanazione delle tantissime deleghe previste dalla sua “riforma”.

5 decreti emanati, cui possiamo aggiungere quello sull’importo minimo degli assegni di ricerca, fermo alla Corte dei Conti, e quello sull’abilitazione nazionale, che non ha nemmeno superato l’esame del Consiglio di Stato.

Ecco il link ad un’interrogazione parlamentate presentata dall’on. Latteri, con la deludente risposta del Ministro e la critica risposta del deputato:

http://leg16.camera.it/412?idSeduta=0463&resoconto=stenografico&tit=00050&fase=00020

Categorie:Leggi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: