Home > Leggi > La crisi non sia un pretesto per completare la demolizione dei diritti

La crisi non sia un pretesto per completare la demolizione dei diritti


La seconda manovra economica del 2011 sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale a mezzanotte, non a caso nel cuore del periodo estivo. Nell’attesa di analizzarne nel dettaglio i contenuti, è evidente che la tempesta finanziaria si è rivelata estremamente utile per sferrare uno dei peggiori attacchi allo Stato Sociale e ai diritti dei lavoratori negli ultimi decenni.

I giovani e i precari, universitari e non, sanno bene cosa significhino l’arbitrio, la ricattabilità e la libertà di licenziamento che questo governo morente intende lasciare in eredità a tutti i lavoratori italiani. Queste ricette, imposte alle nuove generazioni e alla larga maggioranza dei neo-assunti nell’ultimo decennio, hanno prodotto solo incertezza, assenza di prospettive e disoccupazione. La spaventosa percentuale di giovani senza lavoro è la più evidente e tragica dimostrazione del destino che nei prossimi anni attende una fetta ancora più larga dei lavoratori italiani, giovani e anziani. Per queste e altre ragioni è importante che il mese di settembre apra una nuova stagione di mobilitazioni e di proteste che si estendano dall’università a tutta la società italiana.

Annunci
Categorie:Leggi
  1. noccioletta
    5 settembre 2011 alle 12:41

    “La crisi non sia…”?
    La crisi *è* un pretesto, e da un pezzo ormai!

    I diritti sono ormai un LUSSO, ce lo dicono e ripetono ormai apertamente.
    Il lusso dei diritti… http://www.valeriobruschini.info/?p=404

    Ciao,
    Nicoletta

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: