Home > Comunicati, Manifestazioni > Per noi precari Bolognesi niente “notte dei ricercatori”

Per noi precari Bolognesi niente “notte dei ricercatori”


Notte dei ricercatori: noi precari non ci saremo!

Venerdì 23 settembre si svolgerà come ogni anno a Bologna la “Notte dei ricercatori”, festa europea dedicata alla ricerca.

In questa stessa occasione, come Rete dei ricercatori precari di Bologna, lo scorso anno abbiamo dato vita a un flash mob “La morte della ricerca”, per provare a rendere visibile e denunciare la condizione in cui versa la ricerca italiana, a causa dei continui e pesanti tagli a risorse e personale, della precarizzazione dei lavoratori e del permanere di dinamiche clientelari nelle assunzioni, e della conseguente riduzione dell’autonomia e della libertà della ricerca stessa, e quindi della sua qualità.

Quest’anno abbiamo scelto di non esserci!

Non ci saremo perchè molti di noi nel frattempo sono stati espulsi dall’Università dopo che per anni hanno contribuito alla ricerca e alla didattica, permettendo a Unibo di definirsi “Università di eccellenza”.
Perchè altri sono stati costretti ad andare all’estero, alimentando il già folto numero dei “cervelli in fuga” dal nostro paese.

Perchè nonostante l’aggravarsi delle condizioni in cui versano l’Università e la ricerca italiane, e nonostante l’incremento di precarietà e disoccupazione anche in questi settori ad altissima qualificazione, il “calendario ufficiale” delle iniziative ha deciso di non affrontare questi temi.

La Notte dei ricercatori ha scelto di non dare voce ai tanti ricercatori e ricercatrici precari/e che, in maniera invisibile, con il loro lavoro quotidiano permettono all’Università di sopravvivere pur nelle condizioni attuali.

Ha scelto di non dare voce a chi nei laboratori e nelle aule fa ricerca e didattica con strutture e strumenti sempre più scarsi e inadeguati.

A chi dopo anni di lavoro, sottopagato o gratuito, si vede oggi “messo alla porta” perchè, pur essendo una risorsa importante, “purtroppo non ci sono più i soldi”.

Per tutti questi motivi, decidiamo quindi di non essere presenti alla Notte dei ricercatori del 2011, e di prenderci invece i nostri spazi di visibilità con le iniziative di mobilitazione che avvieremo nelle prossime settimane, anche in vista della giornata di mobilitazione europea del 15 ottobre.

Rete dei ricercatori precari Bologna

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: