Archive

Archive for aprile 2012

Non passa l’abolizione del valore legale della laurea

22 aprile 2012 1 commento

Il sondaggio si chiuderà ufficialmente il 24 aprile ma già oggi sappiamo che oltre il 75 per cento degli italiani (oltre 20mila riposte completate) è contro l’abolizione del valore legale del titolo di laurea.

Il Corriere della Sera titola “Italiani conservatori sulla laurea”. Gli italiani non sono conservatori, semplicemente credono ancora nella necessità di un sistema universitario aperto a tutti e distribuito sul territorio nazionale.

Questo rende ancora più importante partecipare al “controsondaggio” messo in piedi da Università Bene Comune per capire i veri problemi dell’università e rilanciare il dibattito sul suo futuro.

Leggi articolo de “il Corriere”

Categorie:Documenti

L’Assemblea nazionale per l’Università bene comune promuove il “controsondaggio” sul valore legale del titolo di studio

16 aprile 2012 Lascia un commento

COMUNICATO STAMPA
Senato della Repubblica, sala Nassiriya
Si annuncia la convocazione di una conferenza  stampa
per martedì 17 aprile, dalle ore 12.00 alle 13.00.

Titolo: Controsondaggio aperto a tutti i cittadini/e sul valore legale del titolo di studio
Tema: “Scuola e università beni comuni”
URL per rispondere al questionario (dal 17 aprile) : 
http://www.di.unito.it/valorelegale

I promotori:
Assemblea nazionale per un’università bene comune
Convenzione nazionale della scuola bene comune

Controsondaggio aperto a tutti i cittadini/e sul valore legale del  titolo di studio:
le Assemblee nazionali Università bene comune e Scuola bene comune insieme per smascherare gli espedienti ingannevoli sottesi al questionario proposto dal ministro Profumo sul sito del MIUR

Leggi tutto…

Categorie:Documenti

“Tassare le borse di studio: miope, inefficace e ingiusto”. Comunicato ADI

15 aprile 2012 Lascia un commento

ADI

Con il maxiemendamento approvato al senato il 4 Aprile, il provvedimento “recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie” introduce la tassazione IRPEF sulle borse di studio superiori a 11500 Euro. Siamo di fronte ad un provvedimento che inciderà negativamente sul regime fiscale dei contratti che le università pubbliche utilizzano per retribuire i giovani ricercatori. Si tratta in particolare delle borse per studenti iscritti ai corsi di dottorato, degli assegni di ricerca. L’ADI – Associazione dottorandi e dottori di ricerca Italiani, esprime una grossa contrarietà a questo provvedimento ritenendo che in un contesto da sempre difficile per la ricerca italiana e per i giovani ricercatori, l’emendamento, così come proposto, determini un ulteriore danno ad un equilibrio già fin troppo fragile per chi vorrebbe fare ricerca in Italia. Leggi tutto…

Categorie:Documenti

Documento finale completo approvato dall’assemblea di Bologna (Università Bene Comune, 24 marzo 2012)

6 aprile 2012 Lascia un commento

Università Bene Comune

Documento sintetico 

Il giorno 24 marzo 2012 studenti, dottorandi, precari, ricercatori, professori associati e ordinari si sono riuniti per la prima volta in assemblea nazionale a Bologna per riflettere sullo stato attuale dell’Università ita­liana e sui provvedimenti necessari per restituire a questa il ruolo chiave che le spetta, in quanto istituzione pubblica, all’interno della società e dell’economia del nostro paese. A fine dibattito è stato adottato il seguente documento. Leggi tutto…

Categorie:Documenti

Non cancellare il valore legale, ma aumentare il “valore reale” del titolo di studio


Prontuario delle risposte al questionario truffa del Ministero dell’istruzione

Le risposte che trovate qui di seguito alle domande del questionario del Miur mirano ad evitare che il Governo possa trovare legittimità popolare sufficiente a cancellare il valore legale del titolo di studio.

Se volete evitare l’abolizione del valore legale, vi proponiamo qui di seguito possibili risposte al “questionario truffa”

P.S. Al fondo del prontuario trovate le ragioni della nostra contrarietà all’abolizione del valore legale del titolo di studio.

Tematica I: Accesso alle professioni regolamentate

Quesito 1

Come giudicate la necessità di possedere uno specifico titolo di studio per poter esercitare una determinata professione?

a) Positivamente, perché il possesso di uno specifico titolo di studio garantisce la qualità della prestazione resa dal professionista, che il cliente potrebbe non essere in grado di verificare da solo.
b)
Negativamente, perché lanecessità di possedere uno specifico titolo di studio impedisce che soggetti con competenze acquisite attraverso l’esperienza pratica e/o attraverso studi personali possano esercitare una determinata professione.
c)
Dipende dal tipo di professione.


In
questo caso, potete indicare le professioni alle quali vi riferite e illustrare la vostra opinione (max 500 caratteri):________________________________________________________________________

Risposta: A

Motivazioni: Il possesso di un titolo di studio offre la garanzia che si arrivi a svolgere una determinata professione, non solo provvisti delle necessarie competenze, ma anche con la dovuta capacità critica in grado di permettere un miglioramento della professione in questione e dunque un avanzamento generale della società.

Ovviamente perché così sia i titoli di studio devono essere l’espressione di un percorso di apprendimento serio e che offra agli studenti i migliori strumenti e strutture possibili per affrontarlo.

Leggi tutto…

Rassegna stampa: Università e Scuola


A cura di Sergio Brasini

Università

Massimiliano Vaira (Roars), Una comparazione tra paesi europei: il reclutamento del personale accademico

http://www.roars.it/online/?p=6512

Alberto Baccini e Mario Ricciardi (Roars), VQR, la composizione dei GEV ed una questione di fairness

http://www.roars.it/online/?p=6794

Leggi tutto…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: