Archivio

Archive for giugno 2012

Non perdete tempo e aggiornate

28 giugno 2012 4 commenti

Con la delibera n.50 del 2012 il Consiglio direttivo dell’ANVUR (Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca) ha dato il via ai lavori preliminari per l’individuazione dei criteri per l’abilitazione scientifica nazionale.

E’ importante ricordare che il primo passo fondamentale è rappresentato dall’inserimento (o aggiornamento) dei dati sul sito docenti del Consorzio interuniversitario CINECA.

Recita infatti la delibera che:

Il calcolo degli indicatori del decreto abilitazione è effettuato utilizzando le banche dati e le informazioni contenute nel sito docente… all’interno del quale sono considerate esclusivamente le informazioni relative all’anagrafica (nome e cognome del docente; SSD; ruolo; affiliazione) e alla lista delle pubblicazioni scientifiche ammissibili ai fini della abilitazione.

In altre parole i dati e le pubblicazioni non inclusi su Cineca saranno escluse a priori dalle dal calcolo della famigerata “mediana”. L’ANVUR ha comunicato che saranno presi in considerazione i dati inseriti entro e non oltre le ore 17 del giorno 8 luglio 2012.

Sebbene, per ora, questa procedura riguardi solo i professori associati e i professori ordinari è possibile che in futuro i dati per le abilitazioni vengano ottenuti comunque da CINECA. E’ bene fare i compiti per tempo.

Le prospettive di ottenere l’abilitazione, e soprattutto di essere chiamati come professori associati sono praticamente nulle per i ricercatori precari. Ricordiamo che nel prossimo triennio sono previsti nella migliore delle ipotesi posti per circa 2000 professori associati l’anno che rappresentano una piccola quota dei necessari avanzamenti di carriera per gli oltre 25mila ricercatori a tempo indeterminato.

Ma è importante partecipare per far emergere con chiarezza la qualità e la numerosità dei precari della ricerca in Italia e porre al MIUR, al Governo e al mondo politico la necessità di fare fronte alla strage di competenze in atto con azioni immediate.

Categorie:Documenti

Lo Stato contribuisce alla crisi economica eliminando giovani ricercatori

18 giugno 2012 1 commento

Dall’articolo di F. Vitucci e S. Bolognani su ROARS estraiamo un passo:

“Dunque dai 34590 al 2010 si passa all’attuale 14334 con un calo del 25% degli assegni di ricerca, un calo del 16% (200 unità) dei ricercatori a tempo determinato ed una soppressione delle altre tipologie contrattuali (borse di studio, borse postdoc, contratti co.co.co superiori a 6 mesi). Tra la fine del 2010  e l’inizio del 2012 mancano all’appello 22356 precari della ricerca con diversi tipi di contratti temporanei ovvero il 60% del totale nel 2010″

Categorie:Documenti

La meglio gioventù (Roma 16 giugno 2012)

12 giugno 2012 Lascia un commento

La meglio gioventù del nostro tempo.

Sostiene questo Paese con idee, desideri, progetti, volontariato, azioni concrete, scopre nuovi mondi e inventa il futuro eppure è sempre disoccupata, in cerca di lavoro, precaria, senza stipendio.
Studia per dare il meglio di sé e migliorare le vite di tutti e di tutte, ma una volta laureata è costretta ad andarsene.
E’ composta di giovani donne che vivono in un Paese ancora a misura di vecchi modelli maschili, giovani donne che non trovano alcuna opportunità.
Produce ricchezza e non ha niente in cambio: i giovani operai perdono il lavoro; i piccoli imprenditori sono costretti a chiudere l’attività.
Lavora ma in nero e sul lavoro rischia la propria vita e a volte la perde, perché non ci sono tutele e perché allo Stato e alle imprese spesso non interessa investire in sicurezza.
L’arricchiscono ragazzi nati in Italia da genitori immigrati in Italia e che non sanno se in futuro saranno riconosciuti italiani. Leggi tutto…

Categorie:Documenti

Anticipazione dei risultati del “controsondaggio” sull’università

5 giugno 2012 Lascia un commento

Il 16 maggio si è concluso il controsondaggio promosso dall’Assemblea Università Bene Comune sul valore legale del titolo di studio, iniziato il 17 aprile e realizzato attraverso un questionario somministrato in formato elettronico per l’autocompilazione via web. Il questionario riguardava, oltre al problema del valore legale, anche altri aspetti dell’organizzazione dell’università nel nostro paese, sui quali daremo puntuale notizia nei prossimi giorni.

Leggi tutto…

Categorie:Documenti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: