Home > Comunicati, Concorsi > DIMISSIONI ANVUR!

DIMISSIONI ANVUR!


L’agenzia della valutazione ricerca nominata dal ministro Gelmini è nata male, ha interpretato male il suo lavoro come “commissario di liquidazione” del sistema universitario, i suoi membri sono in palese conflitto di interessi perché scrivono le regole delle quali essi stessi beneficiano e, in ultima analisi, è stata talmente approssimativa da aver dovuto rinunciare ad ogni criterio “oggettivo” per la preselezione dei canditati all’abilitazione.

A questo punto è necessario sostituire i membri dell’ANVUR con canditati autenticamente “terzi”. Poi sarà da ripensarne per intero il ruolo.

Il commento di ROARS

La richiesta dei docenti preoccupati

ANVUR: tempo di dimissioni – Coordinamento Ricercatori UniTo

pubblicata da Coordinamento UniTo il giorno Lunedì 24 settembre 2012 alle ore 18.01

———————————————————————–

La determinazione dei criteri per la procedura di abilitazione per professori universitari è di importanza cruciale per il presente e il futuro dell’Università italiana. Tali criteri infatti non solo determineranno i nomi dei professori del futuro, ma influenzeranno in modo capillare il futuro lavoro di ricerca svolto negli atenei italiani, modificandone modalità e finalità.

Un lavoro di tale importanza avrebbe quindi dovuto essere assegnato a degli esperti riconosciuti di valutazione della ricerca ed effettuato con la piena collaborazione della comunità accademica. La realtà è stata molto diversa. L’ANVUR è composto da personalità che non hanno alcuna competenza specifica pregressa in materia di valutazione e ha lavorato per mesi in totale ed autoimposto isolamento.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: l’ANVUR ha partorito un sistema di valutazione che non solo non ha simili al mondo, ma che fa acqua da tutte le parti: basato su dati inaffidabili, su criteri bibliometrici ideologici e screditati dalla letteratura (peraltro rabberciati più volte ad arte) e destinato ad essere affondato dai ricorsi alla magistratura.

Sommerso dalle polemiche, con una lettera datata 14 settembre lo stesso ANVUR ha infine confessato ciò che ormai tutti quanti già sanno: l’ANVUR afferma di aver scientemente lavorato con database inadatti ed imprecisi, confessa i limiti dei suoi membri nel campo della valutazione, evidenzia candidamente la palese iniquità dei criteri che favoriscono i settori “non bibliometrici” rispetto a quelli “bibliometrici” e si spinge addirittura a dare dilettantesche (“secondo noi”!) interpretazioni giuridiche del decreto ministeriale 76/2012, che dovrebbe essere la base del loro lavoro.

A questa lettera, però, l’ANVUR manca di far seguire la più logica delle conseguenze: rimettere a disposizione il mandato, per liberare il campo da un’incompetenza ormai acclarata che tanti danni può ancora fare in futuro. Invece, di dimissioni neanche l’ombra. Una zoppicante autocritica, una patetica richiesta di scuse e i membri ANVUR sono pronti a rimanere al loro posto.

Per queste ragioni il coordinamento ricercatori UniTo chiede con forza

–    le dimissioni immediate di tutti i membri ANVUR.

–    L’abrogazione del decreto ministeriale 76/2012 che implementa le mediane e sua immediata sostituzione con un decreto che basato sui criteri CUN del giugno 2011 per commissari e candidati.

–    L’avvio rapido delle procedure di abilitazione con le nuove regole.

Coordinamento Ricercatori UniTo

Advertisements
  1. 25 settembre 2012 alle 12:49

    E per coinvolgere anche la parte attenta e solidale dell’opinione pubblica in questi giorni appaiono articoli e commenti nei quotidiani nazionali. Ciccarelli e Dal Lago sul Manifesto chiudono con:” Il vero problema è che l’Anvur abbia preso per buone tutte queste riviste, senza controlli, scremature ed esclusioni, dando prova di una leggerezza e una superficialità che renderebbero necessarie le dimissioni del comitato direttivo.”

    http://www.ilmanifesto.it/attualita/notizie/mricN/8560/

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: