Home > Documenti, lettere > Avete controllato la vostra posizione INPS?

Avete controllato la vostra posizione INPS?


Riceviamo e pubblichiamo questa lettera inviata al Ministro Fornero dagli assegnisti dell’università di Pavia e invitiamo tutti gli assegnisti e i dottorandi a verificare la propria posizione e a comunicarci eventuali anomalie simili riscontrate.

Alla cortese attenzione della Prof.ssa Elsa Fornero
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Via Veneto 56 – 00187 Roma

Oggetto: Mancato riconoscimento dei contributi INPS.

Chiarissima Prof.ssa Fornero, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali con delega alle Pari Opportunità,

Le scriviamo questa lettera con l’auspicio che, in qualità di referente per la tutela del lavoro e dell’adeguatezza del sistema previdenziale, possa risolvere in un tempo ragionevole la spinosa questione che riguarda dottorandi e assegnisti di ricerca di tutta Italia.

Scriviamo a nome del GAP11, l’associazione formata dagli Assegnisti e Precari della Ricerca dell’Università di Pavia, per farLe presente che dal 2004 i contributi previdenziali (Gestione Separata) versati non vengono correttamente registrati presso l’INPS. Alcuni di noi presentano lacune pari al 50% dei contributi totali.

Appurato che il nostro Ateneo non è insolvente, il problema è invece riconducibile alla natura del fondo pensionistico al quale siamo iscritti, che ricordiamo essere la Gestione Separata INPS. In sintesi, se il datore di lavoro commette un errore, anche per un solo collaboratore, salta la registrazione dei contributi di tutti i suoi dipendenti. L’Ateneo di Pavia, così come molte altri, gestisce circa 1200 posizioni di questo tipo.

Questo problema di versamenti non registrati ha generato delle gravissime ripercussioni. Ad esempio, le assegniste in maternità ricevono indennità ridotte (500 euro su uno spettante di 1200), oppure non le ricevono in toto perché non viene raggiunto il limite contributivo; lo stesso vale per l’indennità per congedo parentale, l’indennità di malattia e gli assegni al nucleo familiare. 

Da un incontro tenutosi di recente al quale hanno partecipato il Gruppo Assegnisti dell’Università di Pavia, i dirigenti dell’Ufficio Gestione Flussi dell’INPS di Pavia, i dirigenti dell’Ufficio Previdenza del nostro Ateneo ed i sindacati, è emerso che:

1) le INPS locali non sono in grado di correggere la situazione;

2) l’INPS nazionale, pur essendo pienamente consapevole da anni della gravità del problema, non è ancora stato in grado di risolverlo, proponendo come unica soluzione improbabili e costose riprogettazioni del database.

Speriamo che, venuta a conoscenza di questa gravosa situazione, un Suo intervento possa tutelare tutti i lavoratori, per di più precari, interessati da questo problema.

Cordiali Saluti

Firmato

GAP – Gruppo Assegnisti Pavia

Annunci
  1. 11 gennaio 2013 alle 12:54

    Grazie per aver pubblicato, per ulteriori approfondimenti potete guardare sul nostro sito: http://www.gap11.it

  1. 14 gennaio 2013 alle 12:00

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: